Privacy Policy Alimenti pericolosi per i cani: i cibi vietati

Alimenti pericolosi per i cani: i cibi vietati

0 110

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo device, iscriviti subito.

Iscriviti alla Newsletter

Il cane la stessa nostra alimentazione, e ci sono anche dei cibi che noi possiamo mangiare e loro no. Sono alimenti che appartengono a tutte le categorie, che vanno dagli alimenti di origine animale a quelli di origine vegetale, con meccanismi patologici completamente diversi.

Vi lenco quelli più importanti

Aglio e cipolla

Gli effetti tossici sono molteplici. Per l'aglio il cane avrà vomito e dolori addominali nel giro di qualche ora dall'ingestione. Sia per l'aglio che per la cipolla le molecole tossiche che vengono assorbite nell'organismo del cane legandosi ai globuli rossi che vengono riconosciuti come dannosi dall'organismo e distrutti: il cane avrà così meno globuli rossi del normale, che a lungo andare porteranno ad un'anemia cronica e tutte le sue conseguenze.

Birra e altre bevande alcoliche

L'alcool, infatti, di per sé è un veleno per il fegato, che deve detossificarlo e fare il possibile perché finisca nelle urine.  Anche ai cani piace e deve essere assolutamente evitato. Infatti la dose letale di alcool per un cane è molto minore rispetto a quella dell'uomo;  anche il luppolo con cui è composta è tossico per il cane, per cui la dose pericolosa abbassa ulteriormente.

Caramelle e prodotti senza zucchero

Il glucosio e i suoi derivati come il saccarosio, lo zucchero delle caramelle, sono alimenti da evitare sempre. Predispongono infatti al diabete di tipo 2, perché per limitare il quantitativo di zucchero nel sangue il pancreas produce sempre più insulina, e il corpo si abitua. Ne produce ancora di più, e poi ancora di più, fino a quando il pancreas non arriva ad un esaurimento funzionale, e abbiamo il diabete.

Impasto crudo della pizza

L'impasto per la pizza, o anche per pane e dolci, crudo, è uno degli alimenti in assoluto più pericolosi per il cane. Infatti, questo lo danneggia in due modi, a causa della presenza del lievito. Lo stomaco del cane ha una temperatura di 37-38 gradi, ideale per la lievitazione, così che l'impasto si espande e lo stomaco gonfia, predisponendo alla pericolosa torsione di stomaco. Nessun problema se l'impasto è cotto.

Ossa di animali

Il cane, infatti, spezza con i denti questi ossi che, però, non rosicchia, ma rompe di netto, e questi hanno la tendenza a rompersi a forma di scheggia. Queste vere e proprie punte transitano nell'apparato digerente del cane e potrebbero perforare stomaco o intestino, causando così una peritonite acuta, situazione che deve essere evitata assolutamente.

Per questo motivo, evitiamo assolutamente di dare al cane i piccoli ossi, lasciandogli, se vogliamo, solo quelli provenienti dai grandi animali (come l'osso del prosciutto), e che non possano essere rotti formando monconi appuntiti.

Pesce crudo

Il problema del pesce crudo sono i parassiti che resistono alla digestione e possono arrivare vitale nell'intestino. Lì, lo buca, e causa peritonite nel giro di qualche ora dall'ingestione. Ovviamente, non sappiamo se il parassita sia presente o meno nel pesce, ma visto che sono molto frequenti, è sempre meglio evitare di fornire il pesce crudo al cane. Se vogliamo darglielo cuociamolo, come facciamo per noi.

Uva e uvetta

Il cane che ha ingerito uva presenta episodi improvvisi di vomito e diarrea ed agisce anche sul rene, dove distrugge i tuboli renali dando origine all'insufficienza renale acuta, che è una patologia che può portare a morte in pochissimo tempo. Motivo per cui, per un cane, l'uva e anche l'uvetta (che è uva secca) devono essere assolutamente evitate.

 

Lascia una risposta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi comunque disattivarlo se lo desideri. Accetto Leggi di più