Privacy Policy Avocado, le sue proprietà e come cucinarlo

Avocado, le sue proprietà e come cucinarlo

0 502

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo device, iscriviti subito.

Iscriviti alla Newsletter

Lavocado è un frutto portentoso per quanto riguarda la nostra salute!

Dal punto di vista nutrizionale è tra i frutti più ricchi di grassi (quali gli omega 3) e di proteine, ma possiede anche moltissime vitamine. In ogni etto di avocado ci sono il diciannove percento di grassi, il sette percento di zuccheri ed il due percento di proteine, la restante quota è rappresentata da acqua, fibra e sali minerali quali soprattutto il calcio, il magnesio, il fosforo ed il potassio.

Si calcola che 100 grammi di avocado apportino queste percentuali di fabbisogno giornaliero dei seguenti elementi, che lo rendono uno degli alimenti più nutrienti in assoluto:

  • 27% del fabbisogno giornaliero di Fibre
  • 26% del fabbisogno giornaliero di Vitamina K
  • 20% del fabbisogno giornaliero di Acido Folico
  • 17% del fabbisogno giornaliero di Vitamina C
  • 14% del fabbisogno giornaliero di Potassio
  • 14% del fabbisogno giornaliero di Vitamina B5
  • 13% del fabbisogno giornaliero di Vitamina B6
  • 10% del fabbisogno giornaliero di Vitamina E

Le sue proprietà benefiche sono dovute alla forte presenza di omega 3, grassi definiti “buoni” che hanno la caratteristica di inibire la formazione del colesterolo.

Grazie all’abbondante presenza di antiossidanti, grazie alla copiosa presenza di vitamine E ed A, il frutto è di contrasto alle azioni dei radicali liberi e rallenta i processi di invecchiamento delle cellule.

La presenza del potassio presente in un avocado la si può paragonare a quella che sarebbe presente in ben tre banane. Il potassio è di fondamentale importanza per l’organismo umano perché aiuta a tenere sotto controllo la pressione arteriosa e per il reintegro dei sali minerali, ad esempio dopo una abbondante sudorazione o nelle calde giornate estive.

Inoltre rappresenta una delle fonti di carotenoidi più diffuse, e l’assorbimento di queste sostanze viene aiutato dal contenuto in lipidi dell’avocado stesso; possiede inoltre un indice glicemico estremamente basso, di valore pari a 10.

Assumere avocado permette di migliorare la salute degli occhi grazie alla presenza di luteina e zeaxantina ed aiuta l’assorbimento del calcio.

Oltre a tutto ciò, da studi ancora da approfondire sembrerebbe che riduca il rischio di sviluppare tumori e permette di contenere gli effetti negativi della chemioterapia.

Come sceglierlo

Prima di acquistare un avocado è bene fare attenzione ad alcuni particolari per evitare di prendere un frutto troppo maturo o al contrario troppo acerbo e dunque inutilizzabile. A cosa bisogna porre attenzione?

  • Buccia: l’avocado maturo al punto giusto ha la buccia verde scuro priva di ammaccature o punti che tendono al marrone.
  • Consistenza: un avocado pronto per essere mangiato ha una consistenza leggermente morbida, il dito però non deve sprofondare, in questo caso infatti si tratta di una maturazione già troppo avanzata.

L’avocado attualmente viene coltivato anche in Italia, soprattutto in Sicilia. Ecco che allora in alcuni supermercati e grazie ai Gruppi d’acquisto solidale possiamo avere a disposizione l’avocado italiano. Cerchiamolo e acquistiamolo in modo da fare una spesa più consapevole.

Ricette

Insalata di avocado. La polpa di avocado può essere tagliata a cubetti ed aggiunta per arricchire le insalate, sia che siano del tutto vagane (carote, pomodori e cipolle), sia che siano di pesce (es. tonno e gamberi). Condirlo con il limone e, con alimenti dal sapore acidulo, è sempre un’idea fenomenale. Un ottimo abbinamento è quello con la feta greca ed al lime grigliato, oppure ai gamberetti, per due ottime insalate!

Avocado ripieni.  Un piatto fresco ed estivo perfetto per variare il menù. Dividete l’avocado in due parti, estraete il nocciolo e scavate una parte della polpa. Mescolate con zucchine crude tagliate a cubetti, olive spezzettate, pangrattato e noci tritate ed olio EVO. Riempite con il mix di ingredienti le vostre fette di avocado e conservate in frigorifero fino al momento di servire. Salate e pepate a piacere.

Per sostituire il burro. La polpa di avocado può essere utilizzata nelle preparazioni dolci per sostituire il burro, con l’effetto di ottenere pietanze decisamente più leggere. Se ne avrete l’occasione, provate dunque ad utilizzare questo ingrediente per la preparazione di torte, crostate o biscotti, iniziando facendo in modo che la polpa di avocado frullata venga adoperata per sostituire almeno la metà del quantitativo di burro indicato nella ricetta che seguirete. La consistenza cremosa dell’avocato ed il suo sapore delicato non vi faranno sentire la mancanza del burro!!

Salsa guacamole.  Non servono molti ingredienti per la sua preparazione ed è un condimento perfetto anche per chi sia totalmente vegano. Cipolla, pomodoro, coriandolo e lime. Magari si aggiunga anche del peperoncino se il forte è di vostro gradimento, o lo yogurt se volete aggiungere un po’ di consistenza alla salsa.

Gli spaghetti ai gamberi e all’avocado. Un’altra ricetta molto gustosa, tipicamente italiana anche se con un procedimento particolare, sono gli spaghetti con gamberi e avocado. È una ricetta lunga ma gustosa, con tanti gamberi, aglio, prezzemolo, cipolla, porro, avocado, pepe, timo, brandy e vino bianco. Per prima cosa preparate un fumetto con le teste dei gamberi, un battuto di porro, cipolla e aglio, vino bianco, acqua e prezzemolo. Una volta ottenuto il fumetto, cuoceteci dentro gli spaghetti. Con i gamberi sgusciati invece, farete un soffritto con l’aglio e il pepe, sfumato al brandy a cui aggiungerete all’ultimo minuto l’avocado a dadini. Il sodalizio tra gamberi e avocado è perfetto per un piatto gustoso e salutare.

Lascia una risposta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi comunque disattivarlo se lo desideri. Accetto Leggi di più