Cibo di stagione e i suoi benefici

0 548

Cibo di stagione e la sua importanza

L’Italia è un paese in cui, grazie anche al clima, la disponibilità e la varietà di frutta e verdura è sempre davvero molto alta. Cibarsi di alimenti che hanno naturalmente completato il loro ciclo biologico, senza forzature, permette di godere delle caratteristiche nutrizionali dell’alimento stesso.

Per esempio gli ortaggi o la frutta che sono stati coltivati in maniera ottimale e che hanno concluso il loro ciclo senza essere raccolti in anticipo, hanno una maggiore concentrazione di vitamine e sali minerali.

Il cibo per noi fuori stagione o è coltivato in una parte del mondo con stagione e clima ottimali o è prodotto all’interno di serre riscaldate. Nel primo caso, frutta e verdura arrivano integri sulle nostre tavole a seguito del viaggio perché raccolti ancora acerbi; al contrario il cibo raccolto localmente non ha bisogno di conservanti per arrivare fresco e, essendo stato raccolto al punto giusto di maturazione, ha un contenuto di nutrienti essenziali che diminuisce man mano che passa il tempo dal momento della raccolta.

Un altro vantaggio nel consumo di frutta e verdura di stagione sta nel fatto che contengono le sostanze nutritive adeguate ai fabbisogni dell’organismo, che variano nei diversi periodi dell’anno. Per esempio il corpo ha bisogno di vitamine in primavera, sali minerali in estate, microelementi in autunno per prepararsi alla stagione dei freddi e polifenoli e vitamina C in inverno per prevenire i malanni di stagione.

Inoltre è importante acquistare i prodotti locali di stagione per salvaguardarne la biodiversità, ovvero l’insieme delle specie di piante che sono coltivate in una certa zona.

La presenza di una vasta gamma di specie presenti sul territorio è importante per garantire una dieta varia ed equilibrata da un punto di vista nutrizionale. Negli ultimi decenni si è notevolmente ridotta la biodiversità nel settore agricolo, almeno nel mondo occidentale, a favore della coltivazione di una sola specie su superfici molto ampie.

Sono state scelte varietà che sono molto produttive quando soono coltivate in presenza di abbondante acqua, insetticidi e diserbanti, ma davvero poco resistenti ai cambiamenti climatici o alle tante altre avversità ambientali.

Questo non vale per le varietà locali che invece sono naturalmente adattate all’ambiente autoctono nel quale si trovano, riuscendo a dare anche buone produzioni in condizioni climatiche non sempre ottimali.

 

Cibo di stagione e i suoi benefici. Laura Dipasquale Biologa Nutrizionista

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo device, iscriviti subito.

Lascia una risposta