La cronodieta

0 357

Per "cronodieta" intendiamo l'impostazione alimentare che segue l’orologio biologico. La cronobiologia è infatti la scienza che studia il modo in cui la natura organizza le sue funzioni biologiche dal punto di vista cronologico come, per esempio, il momento migliore per assumere ed assimilare determinati cibi rispettando i ritmi dell’organismo e della natura.

Dal punto di vista della nutrizione, la cronodieta è una forma di dieta dissociata basata sul principio che i cibi ingrassano più o meno a seconda di quando vengono assunti.

La cronodieta è quindi una strategia alimentare che si basa sull’orario di assunzione dei cibi e sulle variazioni circadiane di diverse funzioni biologiche che, a loro volta, si basano sulle variazioni ormonali durante la giornata. Esistono infatti ormoni che favoriscono l’accumulo di grasso corporeo e la perdita di massa muscolare e altri che invece favoriscono lo smaltimento del grasso corporeo e l’aumento di massa muscolare.

Le linee guida della cronodieta suggeriscono di consumare i pasti più abbondanti al mattino, quando l’organismo può utilizzare al meglio le calorie. Pane, pasta, e tutti i cibi ricchi di carboidrati possono quindi essere assunti entro l’ora di pranzo, così come la frutta molto zuccherina. La sera invece l’alimentazione deve essere più controllata e distanziata dalle ore di sonno evitandone l’assunzione nelle ore notturne.

La cronodieta inoltre privilegia a cena i cibi proteici come carne, pesce e uova.

 

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo device, iscriviti subito.

Lascia una risposta