Privacy Policy Menopausa, alimentazione corretta

L'alimentazione in menopausa

0 730

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo device, iscriviti subito.

Iscriviti alla Newsletter

Cos'è la menopausa

Con il termine “menopausa” si intende il momento della definitiva cessazione dei flussi mestruali della donna, e quindi la fine del periodo fertile. Oggi in media avviene intorno ai 50 anni di età, mentre tra i 45 ed i 55 anni di età avviene la fase del climaterio femminile, ossia una fase delicatissima ciclo vitale della donna, che precede e segue la menopausa.

L’aumento dell’aspettativa di vita verificatosi negli ultimi anni fa sì che oggi un numero sempre maggiore di donne trascorra molti anni (circa 30, quasi un terzo della vita) in condizioni di post-menopausa: questa considerazione dà un’idea dell’attenzione che occorre prestare al comportamento da tenere in questa fase della vita.

Ma perché una donna in post, pre e nel bel mezzo della menopausa tende ad ingrassare ed a vedere il proprio corpo cambiare? Ecco la spiegazione!

Il climaterio e la menopausa sono caratterizzati da profondi sconvolgimenti dell’equilibrio ormonale e metabolico, che vanno dai ben noti fastidiosi disturbi della sfera soggettiva sino a manifestazioni patologiche vere e proprie che possono peggiorare sensibilmente la qualità della vita. In età fertile, per esempio, la donna vive un minor rischio di malattie cardiovascolari rispetto all’uomo, grazie all’azione protettiva degli estrogeni. Con la menopausa viene meno questa protezione e si assume la forma a "mela"tipica degli uomini: i grassi del sangue aumentano, favorendo l ’aterosclerosi , e il flusso ematico nei vasi si riduce, influenzando negativamente la pressione arteriosa . Inoltre, in seguito alla carenza di estrogeni la quantità di calcio che si fissa nelle ossa è inferiore a quella che si perde: questa disarmonia provoca un maggior rischio di osteoporosi . Ma non solo, spesso è causa di disturbi del tono dell’umore con fenomeni ansiosi e/o depressivi. Latte e derivati non devono mai mancare nella dieta giornaliera poiché sono ricchi di calcio, un minerale importantissimo per preservare la salute delle ossa, “messa a dura prova” dalle modificazioni ormonali che accompagnano la menopausa. Attenzione ai formaggi che, oltre alle proteine, contengo grassi in elevate quantità; per questo è meglio preferire formaggi freschi che sono più magri (ricotta, crescenza, stracchino, mozzarella) e consumarli in media due/tre volte a settimana.

Nel complesso, questa situazione porta frequentemente a un aumento di peso e a una diversa distribuzione del grasso nel corpo: quest’ultima, che prima era prevalentemente periferica (ginoide), diviene gradatamente di tipo centrale o addominale (androide), considerata maggiormente a rischio per il carcinoma della mammella, il diabete, le malattie cardiovascolari, ecc. L’ aumento di peso è anche attribuibile all’aumentata sedentarietà, perché spesso è la donna stessa che si muove con ritmi più “rallentati”. Diventa di fondamentale importanza effettuare una sana attività fisica, al fine di mantenere o perdere peso. Molto spesso si beve poco, ed anche questo è importantissimo, bisognerebbe bere almeno 2 litri al giorno di acqua. Infatti è indispensabile per lo svolgimento di tutti i  processi fisiologici e delle reazioni biochimiche che avvengono nel nostro organismo, ha un ruolo essenziale nella digestione, nell’assorbimento, nel trasporto e nell’impiego dei nutrienti.

Per questo è importantissimo bere l'acqua. La carenza estrogenica che accompagna la menopausa comporta un impoverimento di tutte quelle componenti che sono molto preziose per la salute della pelle, come collagene, elastina e acido ialuronico. Ecco perché la pelle appare più sottile, spenta, secca, disidratata, meno compatta e più sensibile agli agenti esterni (vento, sole,… ). Bere tanta acqua nel corso della giornata aiuta a mantenere idratata la pelle, contribuendo così a rallentare i processi di invecchiamento Da non sottovalutare i fattori psicologici che inducono la donna a fare più “spuntini” del dovuto.

Un’ alimentazione bilanciata è spesso in grado di attenuare il forte desiderio di alimenti dolci e lo spiluccamento tra un pasto e l’altro che non infrequentemente si verificano in menopausa, contribuendo efficacemente a mitigare i disturbi in questa delicata fase della vita.

Lascia una risposta

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Daremo per scontato che tu sia d'accordo, ma puoi comunque disattivarlo se lo desideri. Accetto Leggi di più