Latte Intero e la ricerca contro l'obesità infantile

La Ricerca oggi offre nuove strategie per la prevenzione del sovrappeso e dell'obesità Infantile

0 443
Iscriviti alla Newsletter

Contrariamente a quanto stabilito dalle Linee Guida Canadesi e statunitensi, che suggeriscono di dare ai bambini dopo i 2 anni latte povero di grassi (0,1-2%), una ricerca pubblicata sull'American Journal of Clinical Nutrition, dopo aver analizzato 28 studi di sette Paesi che hanno visto coinvolti circa 21 mila bambini di 1-18 anni di età, è giunta alla conclusione che i bambini che bevono latte intero hanno meno probabilità di sviluppare sovrappeso o obesi.

In molti considerano un assioma il rapporto tra il tipo di latte di mucca bevuto nell'infanzia e il rischio obesità. Infatti, le linee guida canadesi e internazionali raccomandano ai bambini di consumare latte vaccino a basso contenuto di grassi (0,1-2%) anziché latte intero a partire dall'età di due anni per ridurre il rischio di obesità. Invece, una nuova ricerca condotta all'Ospedale Unity Health di St. Michael di Toronto ha portato ad una revisione sistematica con un analisi su 28 studi pubblicati in sette differenti Paesi.

Sono stati consultati i lavori disponibili sui database Embase (Excerpta Medica Database), Cinahl (Cumulative Index to Nursing and Allied Health Literature), Medline, Cochrane Library pubblicati fino ad agosto 2019.Da precisare che nessuno di questi lavori riguardava studi clinici. Il risultato è stato davvero sorprendente: i bambini che bevevano latte intero (3,25% di grassi) avevano il 40% in meno di probabilità di essere obesi o in sovrappeso rispetto ai bambini che consumavano latte a basso contenuto di grassi quindi latte scremato (0,1-2%).

Latte intero, La Ricerca oggi offre nuove strategie per la prevenzione del sovrappeso e dell'obesità Infantile latte intero Latte Intero e la ricerca contro l’obesità infantile latte interoQuesto dato è stato osservato in ben 18 dei 28 studi presi in esame. Nessuno degli studi ha dimostrato che i bambini che avevano bevuto latte a basso contenuto di grassi avevano un rischio inferiore di essere sovrappeso o obesi. La ricerca ha come primo autore Shelley M Vanderhout. Ma l’evoluzione dello studio clinico condotto sarà quello di capire quale tipo di grasso presente nel latte vaccino agisce riducendo il rischio obesità nei ragazzi. In Italia dopo i primi anni (1-3) - periodo in cui il nostro Ministero della Salute raccomanda l’allattamento al seno - con lo svezzamento, fino ad una quantità di 250 ml al giorno, viene consigliato il latte vaccino intero. Non quello parzialmente e meno ancora quello totalmente scremato.

Se però il bambino beve una quantità superiore ai 250 ml di latte al giorno, si consiglia l’assunzione di latte intero diluito 1:1 con acqua, per evitare di assumere ogni giorno una quantità eccessiva di proteine. In ogni caso, si rammenda che il latte di mucca, sebbene ricco di proteine e grassi, è povero di ferro. A livello mondiale la Campania è seconda sola agli Stati Uniti.

In Italia, nel 2014, più di un terzo della popolazione adulta è in sovrappeso, mentre poco più di una persona su dieci è obesa, complessivamente, quasi la metà dei soggetti di età 18 anni è in eccesso ponderale.Per i soggetti in sovrappeso, la Campania registra il valore più alto (41,5%)  a fronte di un valore nazionale di 36,2%.

La complessità dei fattori che intervengono nello sviluppo dell'obesità in età pediatrica, associata alle complicanze già presenti in questa fase della vita, pongono la necessità di occuparsi del problema il più precocemente possibile, a livelli multidisciplinare e oggi, grazie alla ricerca, si propongono nuove strategie e possibilità di prevenzione nel management nutrizionale del bambino.

Latte Intero, la ricerca oggi offre nuove strategie per la prevenzione del sovrappeso e dell'obesità Infantile,Dott.ssa Francesca Finelli Biologa Nutrizionista

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo device, iscriviti subito.

Lascia una risposta