Zucchero di canna e miele, alternativa migliore allo zucchero bianco?

0 1.102

Zucchero di canna e miele sono un’alternativa migliore allo zucchero bianco?

Lo zucchero da tavola che si trova normalmente in commercio è costituito da saccarosio (una molecola che si forma dall’unione di glucosio e fruttosio) e può essere:

  • zucchero bianco, ottenuto dalla barbabietola o dalla canna da zucchero, che viene raffinato per ottenere i cristalli bianchi; zucchero di canna grezzo, che è bruno in quanto non totalmente raffinato per cui rimane sui cristalli uno strato di melassa responsabile della differenza di sapore e colore con lo zucchero bianco, ma tale strato è privo di valore nutrizionale;
  • zucchero integrale di canna (che non è quello che troviamo nelle bustine del bar), che conserva piccole quantità di fibre e sali, ha una consistenza sabbiosa, un leggero retrogusto di liquirizia ed ha effettivamente un valore calorico leggermente inferiore agli altri tipi di zucchero, ma il sapore particolare ne limita la diffusione.

Optare per l’uno o per l’altro tipo di zucchero è solo una questione di gusto e comunque in generale l’idea che lo zucchero scuro faccia ingrassare meno di quello bianco è inconsistente. E’ doveroso sottolineare che una certa quota di zuccheri semplici va introdotta ogni giorno, per esempio assumendo frutta, ortaggi e latte.

Quelli che vanno ridotti e tenuti sotto osservazione sono gli zuccheri semplici presenti nelle bevande e negli snack commerciali (un cucchiaino di ketchup contiene circa 4 grammi di zuccheri semplici) e che sono causa di problemi soprattutto nei bambini e negli adolescenti.

Infatti quello che fa la differenza oltre alla quantità è anche la qualità degli zuccheri, e più in generale del cibo, che ingeriamo!

Il miele è formato per l’80% circa da zuccheri come il fruttosio e glucosio (e pochissimo saccarosio) e contiene circa il 18% di acqua. Ha un potere dolcificante leggermente superiore allo zucchero da tavola e quindi se ne possono utilizzare quantità minori per ottenere lo stesso risultato di sapore!

Il miele ha anche il vantaggio di contenere una discreta quota di antiossidanti e il suo sapore/colore si diversifica notevolmente a seconda della sua origine “botanica”, ossia del tipo di nettare floreale raccolto dalle api.

Per quanto riguarda altri effetti salutistici del miele, sono notevolmente enfatizzati, in quanto il contenuto generale di vitamine, minerali e acidi organici è davvero in tracce!

 

SCOPRI E ACQUISTA CIOCCOLATO BIOLOGICO NEL NOSTRO SHOP NUTRIVIVA CIBUS

 

Zucchero di canna e miele sono un’alternativa migliore allo zucchero bianco? Dott.ssa Laura Dipasquale Biologa Nutrizionista

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo device, iscriviti subito.

Lascia una risposta